martedì 20 settembre 2016

L'ULTIMO BACIO di Fabiana Persico














Cadono i gigli dalle tue mani,
ardono i tuoi palmi vuoti
e gli occhi,
mare infuocato da onori perduti.
Piove Amore,
il freddo è una lancia
che affonda nel mio petto,
mentre resti ti perdo,
e il purgatorio umano
pare un inferno.
Cadono i gigli dalle tue mani,
il nostro dipinto cessa i colori
che fuggono,
arretrano
ed è nera la tela che ci resta.
E' lacrima il mio mare
e il tuo fiume pare assenzio,
misericordioso miele
che ubriaca il mio cuore
e stordisce il mio senno.
Abbassi gli occhi nella mia terra
e siamo solo sogno ora,
sirene che cantano
e incantano.
Chi per primo ha abbassato il cuore Amore?
La terra preme contro il cielo,
non ci appartiene questo tempo.
La burrasca disperde tutti i nostri gigli,
la terra è nuda ora,
ci resta solo questa notte d'argento
mentre saldiamo i nostri conti,
pagando amore con amore,
ogni silenzio è perso,
ascolta Amore,
si sente solo il rumore assordante
dell'ultimo bacio.

FABIANA PERSICO

Nel dipinto "Tristano e Isotta"